This website uses cookies. By using the site you are agreeing to our Privacy Policy.

Italia

La rivoluzione dei raggi X nella diagnosi medica: FCR

La nostra società sta attraversando una rivoluzione digitale che influenza ogni aspetto della vita pubblica e privata, come simboleggiato dal drammatico passaggio dalle fotocamere con pellicola a quelle digitali. Agli inizi degli anni '70, gli ingegneri di Fujifilm stavano già iniziando a fare della ricerca e a sviluppare delle tecnologie di base per la FCR (Fuji Computed radiography), il primo dispositivo al mondo a visualizzare digitalmente i raggi x per la diagnosi medica. FCR avviò un'ondata globale di innovazione nell'uso medico delle immagini a raggi X, e oggi rimane una tecnologia di classe mondiale che contribuisce alla salute delle persone e alla qualità della vita in tutto il mondo.

Risolvere i problemi con la diagnostica a raggi X

Prima della FCR, fare dei raggi X significava passare dei raggi X attraverso il corpo umano su una pellicola e sviluppare quella pellicola per creare un'immagine finita. Il processo era interamente analogico. Nell'immagine, le porzioni del corpo attraverso le quali i raggi X passavano più facilmente apparivano in colore nero, e quelli attraverso le quali passavano meno facilmente apparivano in colore bianco. Si poteva ottenere un'immagine dell'interno del corpo umano, ma comunque i parametri fotografici potevano variare di molto a seconda dei particolari del paziente e della parte del corpo che veniva passata ai raggi X. Come risultato, la competenza e l'esperienza del tecnico addetto ai raggi X giocava un ruolo importante nella qualità dell'immagine che ne risultava.

Era chiaro agli esperti di Fujifilm che non si poteva fare molto di più per migliorare la diagnostica a raggi X nel campo analogico, e che altre tecnologie di diagnostica iniziavano ad andare verso il digitale. Esisteva una reale paura che i raggi X venissero lasciati fuori dalla rivoluzione digitale, e gli ingegneri di Fujifilm sapevano di dover innovare o altrimenti il mercato gli sarebbe sfuggito dalle mani. Ma ecco che apparve un'idea per una soluzione definitiva: l'elaborazione dell'immagine digitale. All'epoca, la NASA trasmetteva le fotografie del pianeta Terra via satellite e usava la nuova scienza dell'elaborazione digitale per creare immagini che erano stupendamente belle. Catturare, memorizzare, e trasmettere delle immagini a raggi X in un formato digitale avrebbe certamente contribuito enormemente all'efficienza, e l'elaborazione digitale delle immagini diagnostiche avrebbero potuto aggiungere un valore immenso a una vasta gamma di applicazioni.

"Se elaboriamo digitalmente i raggi X medicali, possiamo ridurre di molto le inconsistenze nella qualità dell'immagine e possiamo offrire ai professionisti del settore una risorsa inestimabile per delle diagnosi migliori." Basandosi su questa visione, gli ingegneri Fujifilm iniziarono ad esplorare come i sistemi di immagini diagnostiche digitali potessero fornire un valore reale. Dopo molte discussioni, arrivarono al concetto di base della FCR: il sistema registra le informazioni dei raggi X con una lastra per immagini ad alta sensibilità, esegue un'elaborazione digitale con un computer, e consente la visualizzazione di immagini sul monitor di un computer o sulla pellicola fotografica.

1983 Prima FCR al mondo

Trasformare la determinazione in innovazione

FCR includeva tre innovazioni tecnologiche all'avanguardia. La prima era una lastra per immagini ad alta sensibilità, che rese possibile l'acquisizione di informazioni ai raggi x. La seconda era un dispositivo di scansione ottica che applicava un laser alla lastra di immagini, convertendo le informazioni dell'immagine che aveva memorizzato in un segnale digitale. La terza era l'algoritmo diagnostico che convertiva il segnale elettrico dal dispositivo di scansione in un'immagine diagnostica ottimizzata. Queste innovazioni erano collegate per formare un sistema di immagini per diagnostica unificato.

All'epoca, Fujifilm era principalmente una società chimica con la pellicola fotografica come suo prodotto principale. Sviluppare un dispositivo per immagini rivoluzionario che potesse acquisire i dati dei raggi X con una sensibilità, una velocità e una densità estremamente elevate, sarebbe stato un compito spaventoso per una grande azienda elettronica. Eppure Fujifilm, il cui team R&S era formato prevalentemente da ingegneri chimici, raccolse questa grande sfida.

Nel sistema FCR, la lastra di immagini registrava i dati dei raggi X come luce, fluorescente in proporzione alla forza della stimolazione dai raggi X. Questa luce poteva a sua volta essere elaborata come informazione dal sistema. Per ottenere la scoperta che avrebbe reso attuale il sistema, gli ingegneri Fujifilm dovevano identificare il fosforo fotostimolabile ideale da usare nella lastra delle immagini. Il problema era che c'erano più di 1.000 fosfori e trovare quello perfetto presentava una sfida non da poco. Inoltre Fujifilm non aveva praticamente nessuna conoscenza in questo campo. Tuttavia, lungi dall'evitare questa sfida, gli ingegneri la presero con entusiasmo.

"Il fosforo ideale è là fuori, e lo troveremo." Iniziando con una fiducia irremovibile di poter trovare il fosforo che avrebbe permesso alla lastra delle immagini di registrare delle immagini diagnostiche di alta precisione, gli ingegneri iniziarono la loro ricerca. La loro determinazione, a volte al limite dell'ossessione, pagò. Essi esplorarono un'incredibile quantità di fosfori, anche quelli che le altre società avevano abbandonato perché non utilizzabili. Dopo due anni di duro lavoro, gli ingegneri infine identificarono il BaFBr:Eu come il miglior fosforo che avrebbe potuto rendere la lastra delle immagini e quindi la FCR una realtà.

La rivoluzione FCR continua

Abbinando con successo la lastra delle immagini ad altre innovazioni chiave, Fujifilm lanciò la FCR nel 1983. L'effetto positivo che questo prodotto produsse nelle strutture mediche di tutto il mondo fu davvero rivoluzionario.

Applicando un'elaborazione digitale ottimizzata basata sull'area del corpo sulla quale venivano applicati i raggi X e altre condizioni, FCR produsse delle immagini che erano molto meno influenzate dalla capacità e competenza degli addetti ai raggi X e quindi erano più semplici da leggere e usare nella diagnosi. Siccome la lastra delle immagini era altamente sensibile, servivano delle dosi più piccole di raggi X per catturare un'immagine. Inoltre, il sistema ridusse di molto la necessità di ripetere dei raggi X, quindi meno esposizioni ai raggi X per il paziente. Infine, l'uso delle informazioni digitali rese possibili un'ampia varietà di elaborazioni, che consentivano ai professionisti del settore medico di estrarre delle informazioni specifiche preziose che non sarebbero potute essere acquisiti con i raggi X fotografici convenzionali.

Ovviamente, le informazioni digitali erano molto più semplici da memorizzare, trasmettere, e gestire, e quindi con un costo ridotto per le funzioni sia diagnostiche che d'ufficio di una struttura medica. Allo stesso tempo, la velocità aumentò in ogni anello della catena di gestione delle informazioni. Con Internet che diventava sempre più importante nella medicina, Fujifilm sfruttò la propria potenza e nel 2000 lanciò SYNAPSE, una soluzione IT che facilitava la condivisione di immagini digitali all'interno delle strutture mediche. Inoltre, dal suo lancio, Fujifilm ha anche sviluppato i sistemi DR (radiografia digitale) che non richiedono una lastra per le immagini.

La rivoluzione medica diagnostica iniziata da FCR continua. Integrando sempre più innovazioni, FCR e gli altri sistemi che ha ispirato crescevano sempre più potenti e incisivi.

Contenuti correlati:

  • Sistemi medicali

    Fujifilm è all'avanguardia nelle tecnologie di diagnostica per immagini e nei sistemi di informazione per le strutture healthcare. I nostri prodotti e le nostre tecnologie clinicamente testate sono in costante evoluzione per aiutare i professionisti del settore medico a lavorare in modo più efficace ed efficiente. Visita il sito.

  • FCR - dal 1983 -

    Fuji Computed Radiography (FCR), il primo sistema di radiografia digitle al mondo è stato rilasciato nel 1983. Visita il sito.

  • Healthcare-Diagnosi

    Panoramica sul campo della diagnosi nel business healthcare. Visita il sito.

Vi potrebbe anche piacere: