This website uses cookies. By using the site you are agreeing to our Privacy Policy.

Italia

La nuova Acuity ha inaugurato un anno di crescita per Art & Servei

Lo stampatore spagnolo di imballaggi e pubblicità sul punto vendita tira le somme dell’anno passato, contrassegnato da un aumento della produttività e da tempi di consegna più rapidi

20.11.2017


Jordi Paris, fondatore, Art & Servei

Fondata a Barcellona trent’anni fa da Jordi París, Art & Servei vanta un organico di 22 dipendenti e realizza una vasta gamma di prodotti per packaging, pubblicità sul punto vendita e merchandising per importanti marchi internazionali. Alla fine del 2016, París ha acquistato la sua prima macchina da stampa digitale, una Fujifilm Acuity Select X28 a sei colori, bianco e vernice. L’investimento ha dato ben presto i suoi frutti, tanto che, a distanza di un anno, l’azienda ha registrato un forte incremento a livello di efficienza e produttività.

Con i suoi sistemi offset e digitali interni e le diverse apparecchiature di finitura, Art & Servei è orgogliosa del livello di servizio offerto ai clienti, siano essi utenti finali, fornitori di altri servizi di stampa, agenzie e studi, così come della qualità dei propri prodotti. Incentrando la produzione sul settore della plastica, del poliestere e dei materiali speciali, è riuscita a essere competitiva e a prosperare anche in un contesto economico difficile come quello attuale.

“Alcuni anni fa”, afferma Jordi Paris, “ho iniziato a interessarmi seriamente allo sviluppo di varie tecnologie e, dopo aver compreso che la stampa digitale era il segmento che faceva registrare il tasso di crescita e di sviluppo più elevato, ho preso in esame le soluzioni digitali più adatte alla mia attività. Sebbene i nostri clienti non ci chiedessero in maniera specifica un simile investimento, sapevamo che, con la giusta macchina da stampa digitale, avremmo potuto beneficiare di un potenziale di crescita elevato”.

Dopo l’acquisto della Acuity Select X28, la prima sfida di Art & Servei è stata quella di trovare abbastanza lavoro da tenerla occupata. “Avevamo studiato attentamente il mercato”, continua París, “e osservato un costante aumento della domanda di tirature più basse, a volte nell’ambito di indagini di mercato, altre volte da parte di clienti che stampano un gran numero di prodotti personalizzati e specifici.

Prima, per evadere quel genere di commesse, utilizzavamo la stampa offset, che però comportava tempi lunghi e costi notevoli. Oggi, grazie alla Acuity Select X28, possiamo offrire ai clienti un servizio molto più veloce e tenere libere le nostre macchine offset per una produzione più efficiente. Inoltre, siamo riusciti a realizzare prototipi molto più precisi e di qualità nettamente più elevata per i clienti esistenti, dando loro un’idea molto più chiara dell’aspetto che avrebbero avuto i prodotti finiti.

“La clientela esistente ha accolto con gioia la nostra nuova offerta di tirature molto basse e, attraverso il passaparola, siamo riusciti ad acquisire anche nuovi clienti. All’inizio utilizzavamo la macchina solo due ore al giorno ed esclusivamente per realizzare prototipi, mentre oggi, essendosi sparsa la voce di quello che possiamo fare, la usiamo quotidianamente per un turno di lavoro completo.

“La formazione e l’assistenza che abbiamo ricevuto da Fujifilm sono state eccellenti e, unite alla nostra esperienza nella stampa tradizionale e alla nostra profonda conoscenza dei colori, delle tonalità Pantone e dei materiali, ci hanno permesso di iniziare a usare la nuova macchina in tempi molto brevi.

Pur non avendo mai lavorato prima con Fujifilm, París non ha alcun dubbio di aver fatto la scelta giusta: “Fin dall’inizio del processo di acquisto abbiamo avuto la certezza che Fujifilm sapesse quello che stava facendo e il livello di assistenza fornito è stato davvero molto elevato. Un altro fattore che ci ha spinto a fare questo investimento è stata la reputazione di Fujifilm quale azienda all’avanguardia nelle tecnologie digitali. Mi piace la direzione in cui si muove, soprattutto con innovazioni quali la Jet Press 720S e il nuovo sistema B1. Fujifilm ha tutte le carte in regola per aiutarci a sviluppare e a far crescere la nostra offerta di stampa digitale che, andando ad affiancare la nostra attività offset ormai consolidata, è destinata a generare un flusso di ricavi sostenuto e una marginalità elevata.

Joan Casas, Manager di Fujifilm Graphic Systems Spagna, ha affermato: “Siamo lieti del fatto che Art & Servei abbia scelto Fujifilm per il suo primo investimento nella stampa digitale. Con la nostra ineguagliabile combinazione di conoscenze in fatto di testine di stampa, inchiostri e piattaforme per la stampa digitale, siamo riusciti a offrire a questa azienda il supporto di cui aveva bisogno nella fase iniziale. Siamo oggi in una posizione privilegiata per assisterla man mano che amplierà la propria offerta digitale”.


Per ulteriori informazioni:
Daniel Porter
AD Communications
E: dporter(at)adcomms.co(dot)uk
Tel: +44 (0)1372 464470

Luana Porfido
Fujifilm Italia
E-mail: luana.porfido(at)fujifilm(dot)it

Files:

Le ultime novità:
  • Arti grafiche